Il nuovo spettacolo raccontato in anteprima dall'artista romano. Un viaggio nelle periferie dove il razzismo ha preso il posto della solidarietà e dove chi ha un'App pensa di essere al centro del mondo
Se Otello e Desdemona insegnano a leggere le dinamiche patologiche e la violenza invisibile che si nasconde dietro la "gelosia". È quello che succede a Napoli, dove approda il progetto di Attivamente che si rivolge ai ragazzi con gli strumenti del teatro e della graphic novel
solarino-palamede-baricco
«E non hai sentito la storia di Palamede? Di sicuro, poiché tutti i poeti cantano di lui e di quanto fosse invidiato per la sua saggezza, e poi ucciso per mano di Odisseo.» Senofonte, Memorabili, IV,...
Dal 27 al 29 aprile all'Angelo Mai di Roma va in scena lo spettacolo Slot machine del Teatro delle Albe di Ravenna. Marco Martinelli, che della compagnia è il fondatore insieme ad Ermanna Montanari, parla del suo libro-manifesto Farsi luogo, del progetto di un film e dello spettacolo romano
La Danimarca è una prigione per Amleto che a un certo punto dello spettacolo vediamo essere trascinato via in manette. Una prigione è la casa reale funestata, più che dal fantasma del padre, il re...
In questa rivisitazione del Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, in scena con la regia di Peter Stein all’Argentina di Roma fino al 31 maggio siamo precipitati tra i rifiuti di un parco berlinese anni Ottanta e un sipario teatrale.
Nelle stanze del regista svizzero la vita quotidiana si tinge di nonsense e di ferocia, di assenze e contorcimenti con il sorriso sulla bocca. Una magistrale pièce “da camera” dello svizzero Christoph Marthaler.
Una divertente, ammiccante investigazione deduttiva. Gli addetti della compagnia di pulizie Watson Srl devono rimuovere le tracce dello spettacolo della sera precedente, e per farlo devono prima ricostruirle in modo “scientifico”.
Lo spettacolo andato in scena al Teatro Duse di Bologna sconta la presenza della nota attrice tv che sembra compitare, con voce affaticata, una parte senza vita, mandata rigidamente a memoria.
La pièce procede per brevi scene tra lui e Jo Lattari, sua spalla funzionale, intorno a un tavolo, a un quadro che ritrae con tratti non realistici lei seminuda.